Ronit Mandel Abrahami

Chi sono

Ciao, sono Ronit Mandel Abrahami

Danzatrice dell’alchimia spirituale, coreografa, scrittrice e pittrice israeliana. 

Ho iniziato già da bambina la mia esperienza artistica con proiezione spirituale, quando, all’età di 8 anni, mi sono iscritta alla scuola più prestigiosa di Tel-Aviv, quella del maestro Giuki Arkin, per studiare danze etniche rivisitate in chiave moderna.

Il mio percorso di artista-spirituale è profondamente segnato dalle esperienze vissute a contatto con i beduini, in uno dei numerosi viaggi da me compiuti nel deserto del Sinai e del Negev durante l’adolescenza. Pratico da bambina la danza Yemenita ebraica, che traduce in danza e movimento la preghiera per l’ascesa dell’anima e il risveglio spirituale.

Nella mia lunga e continua indagine sull’aspetto sacro-esoterico della danza orientale e nell’instancabile ricerca della matrice comune a tutte le danze sacre, ho frequentato seminari di danza indiana che hanno influenzato decisamente il mio stile.

Ho partecipato a numerose trasmissioni televisive, esibendomi a Canale 5, Rai Due, Canale Italia, Milano+ e Canale 37, ma la mia vera passione rimane il teatro

Mi sono trasferita in Italia, proseguendo il mio percorso artistico, conseguendo il Diploma in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara – nel 1995 – e quello di insegnante AID&A di terzo livello (massimo livello per la danza orientale). Nel 2001 ho fondato a La Spezia l’accademia SADORA DANZA ORIENTALE SACRA, divenuta dal 2006 un centro professionale AID&A. Ho partecipato a numerose trasmissioni televisive, esibendomi a Canale 5, Rai Due, Canale Italia, Milano+ e Canale 37, ma la mia vera passione rimane il teatro: ho progettato e realizzato numerosi spettacoli teatrali di danza orientale, per i quali ho curata sia le coreografie sia le scenografie, nelle quali ho utilizza anche i miei quadri. Due di questi spettacoli, “Il risveglio della Dea” e “Il miele del deserto”, li ho portato in tournée assieme alla mia compagnia, formata da ballerine, musicisti e attori, in collaborazione con il regista Stefano Canci.

Nel rivalutare l’aspetto terapeutico di questa disciplina, organizzo conferenze in collaborazione con professionisti nel campo della medicina; ho inoltre collaborato con gli assistenti sociali dell’Unità Operativa di Assistenza ai Disabili dell’ASL n. 5 in un’iniziativa da loro promossa nel 2008 a favore di un gruppo di disabili, ottenendo ottimi risultati.

Oggi la mia danza è riconosciuta a livello internazionale.
Aver mantenuto la matrice archetipica delle danze etniche sacre mediorientali pur nella continua evoluzione per trasformare questo portato secolare in chiave contemporanea, rende la mia danza unica nel panorama della danza mediorientale.

Con lo scopo di far conoscere al pubblico la propria ricerca artistica e professionale, ho scritto due saggi importanti: La poesia della danza del ventre come voce dell’archetipo femminile (Roma, Albatros Il Filo, 2010) e un saggio sul Metodo Ronit®.

La mia attività si estende anche ad altri settori artistici: disegno e dipingo i miei abiti, non solo quelli di scena, ma anche quelli che indosso quotidianamente e lavoro da anni come modella, assieme a fotografi professionisti, per indagare le diverse sfaccettature dell’archetipo femminile. Una parte di questo percorso fotografico è stata recentemente illustrata nel catalogo, realizzato in collaborazione con il fotografo Sandro Goldoni, “Essenza di donna. Le vibrazioni della sensualità, la naturalezza dell’essere femminile” (Amazon, 2017).

Nel 2015 ho ideato e prodotto l’art-video “Quadro in movimento – estetica dell’inconscio”. Inoltre, collaboro da anni con musicisti della Royal Philharmonic Orchestra di Londra per spettacoli teatrali di alto livello. Dal 2016 conduco una rubrica su Web Spezia TV, dal titolo “A casa di Ronit”, dialogando con professionisti esperti nei settori della danza, della musica, della psicologia, dell’esoterismo, dell’ipnosi regressiva (da me vissuta varie volte).

Ha organizzato innumerevoli conferenze per unire l’arte all’esoterismo e alla scienza attraverso la fisica quantistica, spesso in contesti teatrali di spettacolo. Tali iniziative sono state avviate da me circa 20 anni fa, quando la scienza era ancora estremamente chiusa nei confronti della ricerca esoterica e non riconosceva il suo portato di conoscenze.

Art Video | Quadro in movimento
Estetica dell'inconscio

Un video ideato da Ronit Mandel Abrahami sul lato oscuro, l’inconscio attraverso il linguaggio del corpo. Esplorazione nei meandri della psiche nel silenzio per superare la dicotomia del duale e raggiungere l’essenza.